lunedì 5 settembre 2011

Brioscine appena sfornate: Lies

Oscar Cini e Pierluigi Iapicca sono i Lies, e anche molte altre cose. Questo lunedì ci facciamo raccontare di questo loro progetto di elettronica ambient di cui mi sono innamorato sin dalla prima canzone.


Per prima cosa raccontateci qualcosa di voi. Chi siete e da dove venite? Come vi siete conosciuti? Quando nascono i Lies?
Siamo Oscar e Pierluigi e veniamo da Avellino, una ridente cittadina del Sud Italia. Piero oramai lavora a Roma da anni ed io continuo a vivere nella nostra città Natale. Ci siamo conosciuti oramai più di dieci anni fa, ed abbiamo cominciato a condividere dei progetti suonando insieme in delle band punk/hardcore. Suonavamo roba tipo Refused, Snapcase senza dimenticare i nostri amati Deftones (che disco White Pony). Poi ci siamo innamorati dell'elettronica Warp, Ninja Tune, la drum&bass, fino ad arrivare poi alla french house e la disco.
Dopo l'esperienza delle varie band, abbiamo cominciato a suonare separatamente, però passavamo praticamente le stesse cose e dopo un pò è venuto naturale fonderci in HardtoPronounce che inzialmente era un duo composto da me ed il nostro comune amico Frankie. Lies è nato invece poco più di un anno fa, era cominciato come mio progetto solista, poi abbiamo capito che insieme avremmo potuto influenzare positivamente le idee dell'altro ed abbiamo deciso di continuare uniti anche in questo progetto.



Com'è il panorama musicale della provincia? Bisogna spostarsi molto per un pò di musica di qualità (in fondo Napoli è a due passi)? Attorno a che locali orbita la scena?
Guarda fondamentalmente la scena musicale irpina vive di alti e bassi. A livello di band ed artisti ci sono molte realtà qualitativamente valide. Da Jambassa e Peak, ex Mou Project che sono riusciti ad affermarsi fuori dai confini italiani, ai Funny Dunny, che sono i nostri rock'n'roll idols. Ci sono tantissimi artisti degni di nota, penso ai Deny, Culture Wars, Slow Motion Genocide, Pure Songs ed il coriaceo Vinyl Giampy. Le espressioni sono tante e varie, i posti in cui esprimersi un pò meno.
Pur essendo un capoluogo la nostra città vive un pò come un paese di provincia, quando qualche santo si prodiga per organizzare delle serate, allora puoi ascoltare qualcosa di buono, altrimenti difficilmente riesci a divertirti.
Da questo punto di vista Benevento che è vicinissima a noi è molto più attiva, e Napoli...beh c'è sempre qualcosa da fare, anche se quando bisongna accollarsi 2 ore di macchina tra andata e ritorno, senza potersi sbronzare, provoca sempre qualche remora. Comunque da noi ci sono parecchi festival che cercano di promuovere musica nuova e diversa da quella che solitamente ascolti in radio. Penso al Mas Fest che da 7 anni porta cose buone in città, a Flussi che è divenuto una realtà in fatto di musica elettronica dal vivo, a Segnali o il Ludovico Van Festival. Sono realtà che si battono per tenere viva una cultura musicale "altrnativa", anche se il termine non mi piace perchè troppo spesso abusato, cercando di non far morire ciò che a causa dei continui tagli alla cultura rischia di scomparire.



Il vostro sound è molto eclettico e spazia tra molti generi. è il risultato di percorsi musicali diversi? il piacere di sperimentare?
Il sound di Lies è vario perchè ci sono sempre piaciute sfumature diverse del genere. Come dicevo prima siamo partiti dagli sperimentalismi elettronici, per poi arrivare alle cose più melodiche sullo stile di The Field. Ultimamente ci siamo innamorati di Mpount Kimbie per esempio; ma in generale il sound è la risultanza di passioni molteplici di entrambi in un percorso musicale molto vicino e simile. Una parte importante se non capitale comunque è 'ascolto, senza aggiornamento continuo rischi di rimaner arenato in un sound posticcio e demodè, che non riesce a stare al passo con i tempi. Quindi cerchiamo di scaricare, comprare o rubare quanta più musica possiamo.

Voi cosa ascoltate e che dischi comprate? Chi state seguendo con più entusiasmo al momento? Per quanto riguarda la musica italiana?
Entrambi come detto prima ascoltiamo molte cose, sia del panorama italiano che straniero. Tra le cose che mi hanno entusiasmato di più ultimamente tra i conterranei ci sono Death in Plains e M+A, per rimanere nel nostro ambito. Ora stavo ascoltando il nuovo di Dj Gruff che spacca, mentre tra le band direi che Aucan, Smart Cops,Welcome Black Sailors, A Classic Education e i Be Forest sono le cose che mi piacciono di più. In generale però c'è un leggero appiattimento, escono cose abbastanza monotone che si somigliano parecchio, per questo quando non ne posso più mi rifugio tra gli stranieri.
Il nuovo disco di Sbtrkt per esempio è fenomenale, poi ci sono i Foals che ascolto sempre molto volentieri e che abbiamo anche remixato. Mentre ultimamente sto ascoltando Bon Iver. Poi dovremmo rimanere a parlare un paio d'ore per dirti tutto quello che sento prima di comporre o anche solo per passare del tempo. Dal jazz di Coltrane ai The Smiths, da Active Child ad Onra, da Theophilus London al caro amico Ghemon per finire a cose come Wise Blood o JJ. Ah dimenticavo il progetto Mondo Cane di Mike Patton, bellissimo!
L'ascolto per noi è fondamentale oltre che per l'aggiornamento anche per la possibilità di campionare delle cose che riutilizzeremo poi nei nostri brani. Quindi ci ritroviamo anche ad ascoltare tanto funky vecchia scuola e le tracce più radiofoniche. Direi che apparte il metal ascoltiamo praticamente di tutto. Allo stesso modo nell'acquisto compro quello che più mi piace, se ho soldi prendo vinili, sto diventando un feticista, e se vado ad un concerto di qualcuno e mi piace quello che sento, non posso non prendere il disco.

Fino ad ora vi siete limitati a mettere in condivisione singole tracce, è perchè non vi ci vedete a fare un disco? Attendete il momento propizio?
Bella domanda. In verità alcune delle cose già uscite hanno tra loro una assonanza tematica, seguono un mood simile quindi ci sono 2 o 3 cose che tranquillamente potrebbero andare in un ep. Penso a Lazy e She's Fragile Thing, così come Fingerlude, che a breve diventerà una traccia intera e non più un interlude o The Five Points. Se dovesse arrivare una bella proposta, le metteremmo insieme a delle cose nuove a cui lavoriamo e ne faremmo un ep o un disco. Anceh se in generale mi piace l'idea che la gente possa assimilare ogni traccia un pò alla volta, senza fretta, senza essere bombardata tutta in una volta, poi se arriverà il momento giusto faremo qualcosa di più ampio.



Questo progetto come si rapporta con l'esperienza live?
Abbiamo suonato pochi giorni fa a Flussi, questo festival di musica elettronica che si tiene ogni anno ad Avellino. La performance con la band è andata bene nonostante i pochi giorni di preparativi. Abbiamo ricevuto feedback positivi e quindi quando sarà possibile proporremo sempre questa versione per i live di Lies. Quando non potremo portare gli strumenti continueremo io e Piero da soli con i nostri fidi Pc.

Avete anche molti porgetti paralleli. Che dire dei Signal! Signal o degli HardToPronounce? Qualche novità all'orizzonte?
Per HardtoPronounce che è il nostro progetto disco, ci sono molte cose che bollono in pentola, dobbiamo finire un nuovo ep con The Disko Starz, abbiamo almeno un altro paio di collaborazioni in ballo e stiamo preparando un remix ai Videomind. Veramente dovremmo essere in 5 per finire tutto in tempo, ma ce la faremo!
I Signal!Signal! invece sono la band in cui suono il basso e qualche synth, Piero in questo progetto non c'è, ogni tanto dobbiamo anche tenterci a distanza altrimenti rischiamo di ucciderci (ovviamente scherzo, è un tipo permaloso lui).
Come ti avevo anticipato, stiamo lavorando ad un pò di cose, dobbiamo soltanto trovare la continuità giusta per portarle a termine. Ci sono veramente tante tracce valide da concludere e spero ci riusciremo il più presto possibile. Siamo stati un atimo bloccati dal fatto che per il live di Lies praticamente 3/4 dei componenti erano anche nei Signal!Signal! quindi abbiamo dovuto per forza prendere una pausa. Claudio e Max che con Raffaele formano la band, ci hanno dato una mano per il primo live di Lies e la cosa ci ha preso molto tempo. Le due cose però rimangono separate. Lies è un progetto di musica elettronica, che per passione e voglia di proporre cose nuove, si esibisce in alcuni casi con band. Un pò come fa anche Apparat (anche se non siamo ancora a quei livelli), mentre Signal!Signal! è una band in cui c'è dell'elettronica ma è accessoria al suono deggli strumenti tradizionali, questo è e rimarrà sempre una live band, un progetto che parte dai canoni classici per poi contaminarsi. Speriamo non vengano confuse le due cose!

(Signal!Signal! - Before Berlin)


(HardtoPronounce - Piano Piano)
 

LiesMyspaceFB  ◄
HardToPronounceSignal!Signal!

Nessun commento: