venerdì 31 maggio 2013

Riassuntone di Maggio

Eccoci di nuovo a tirare le somme, questo Maggio ha dato grandi soddisfazioni musicali e qui sotto trovate qualche reminder per stuzzicarvi il palato dell'orecchio.

La Fine e Fallo Dischi hanno ancora una volta unito le forze per dare vita ad un nuovo capitolo dei Vacanza, il nuovo Ep di cinque tracce si intitola Cancello ed è carico delle stesse sonorità emo-punk che tanto ho amato nel loro omonimo primo Ep. La nostra recensione la trovate qui mentre qui c'è il bandcamp della band.

Il Giorno della Tempesta è la terza traccia dall'momonimo Ep dei Piacentini Nothing Important Happend Today, sognanti soundscapes, esplosioni sonore e campionamenti mistici come il migliore post-rock ci ha da sempre abituato. Qui trovate la nostra recensione e qui c'è il loro bandcmap. Enjoy!


I Kubark sono un quartetto post-rock lombardo e nel 2011 hanno pubblicato il loro secondo Ep, mentre sono al lavoro sul nuovo lavoro noi ce li ripassiamo con Ulysses, traccia estratta dal loro omonimo sopracitato Ep. La recensione la trovate qui mentre se cliccate qui vi spediamo al loro bandcamp.


Andrea Di Carlo a.k.a. French Teen Idol alla sua quarta relase con l'album Four Three Three ci regala nove tracce in cui le parole sono bandite dai silenzi, solo talvolta è amabilmente concesso percepire qualche incomprensibile bisbiglio. La melodia ha sempre la meglio, un laptop e i suoi pensieri si addensano in un viaggio ambient electro decisamente trascinante ma dalla destinazione ignota, si corre per raggiungere una meta immaginaria. Qui sotto All I Can Give is Everything, seconda traccia dell'album, perché basta ascoltare e tutto diventa magicamente possibile. Se vi garba qui trovate recensione completa di streaming. (Mariateresa)


Il nuovo album di Alessio Lega si chiama Mala Testa e lo abbiamo ascoltato insieme un paio di settimane fa, esattamente qui. Risaie è uno dei brani più rappresentativi, malinconici e intensi del disco; intreccia memorie cinematografiche neorealistiche e disagi contemporanei, nel segno del lavoro precario, dei diritti negati e della fatica del vivere. Ma ve le ricordate le cosce della Mangano in Riso amaro? La bellezza e la speranza resistono persino alla melma. (Silvia)


La quiete dopo la tempesta. Immagino la natura che si risveglia da un brutto, e rumoroso, sogno. Basta tuoni, basta lampi, basta pioggia che cade violentemente: il Sole fa timidamente capolino fra le nuvole che nuotano via nel cielo sempre più limpido, i cinguettii tornano a popolare gli alberi, i fiori si scrollano le ultime gocce di dosso per riscaldarsi. Non resta che farsi cullare dalla delicata Call Out The Doc, ultima traccia di All The Sunset In a Cup, album d'esordio dei Departure Ave.. Un'atmosfera dolce, rilassante, quasi fiabesca, ci avvolge e aliena dal mondo circostante. Per chi ha semplicemente bisogno di chiudere gli occhi e viaggiare col pensiero. Qui il bandcamp e qui la nostra recensione! (Elena)

Nessun commento: