domenica 31 marzo 2013

Riassuntone di Marzo

Marzo è finito la primavera non l'ha portata ma almeno c'è tanta musica per ingannare l'attesa. Qui sotto trovate un piccolo ma comodo riassunto dei megliori album che abbiamo recensito in questo mese.

Gli Eternal Zio, dopo un demo del 2011, esordiscono con disco composto da sei tracce che vanno a formare una splendida jam psichedelica. Un disco che diventa ancora più suggestivo se ascoltato al buio, magari lasciando entrare un po' di vento dalla finestra e sorseggiando della buona grappa. Per iniziare il viaggio potete intanto ascoltare la terza traccia dell'album qui sotto, la recensione la trovate qui. (Fabri)


E' a Marzo che sono sbocciati i KennyMuoreSempre con il loro omonimo album d'esordio. Non è semplice scegliere una sola traccia tra le sette proposte, tutte fortemente piene di personalità e grinta. Rossella, numero tre della tracklist, mi ipnotizza particolarmente oggi, ed è per questo che ve la propongo. Per i giri della chitarra inglobata da un vortice distorto, per il sound graffiato, per la malinconia che, in giuste dosi, si sprigiona in 3 minuti e 12 secondi. Questa è la nostra recensione, il loro bandcamp lo trovate qui. Non ve ne pentirete per nessun motivo: agite! (Elena)


Diplomacy è il brano che apre l’Ep dei vicentini Tropical Disease. New wave persa tra arpeggi di chitarra, rintocchi di tastiera e una batteria che sembra dettare il tempo. Suoni visionari e atmosfere tese e oniriche, si dilungano per tutta la durata del brano, smussate da lunghe code strumentali, in equilibrio tra post rock e shoegaze. Un brano dall'impronta decisa, che da solo basterebbe a dare un’idea del mondo sonoro della band. Un’abile sintesi d’influenze e richiami che si fondono perfettamente rendendo questo Ep un lavoro, senza ombra di dubbio, ben riuscito. Savage Ep è in free download sul loro bandcamp, mentre qui potete leggere la nostra recensione! (Mara)


Per il meglio di marzo ho pensato a Jabberwock, settima traccia dell'album Set Your Spitir Freak! di K-Conjog. Lo scricchiolio di passi iniziale muove in direzioni sonore beat tanto trascinanti da pensare di poterci abbinare un buon rapping, cosicché al movimento spontaneo del capo seguirebbe il molleggiare delle ginocchia. Nonostante questa mancanza l'impatto risulta un bel po' energizzante. All'anticonformismo beat si aggiunge, immancabile, la presenza del pianoforte che scalda il cuore. Yo with love. La pioggia a catinelle e il rumore del traffico chiudono il brano e si ripercuotono in quello successivo. Nel caso in cui vi sia sfuggito l'ascolto eccovi qui il Bandcamp, questa è invece la nostra recensione. (Mariateresa)


Era quasi un anno che non si faceano vivi, un pò come lo zio che vedete solo a Pasqua, ma i What Conteporary Means tornano portando in dono un Ep nuovo di zecca uscito in vinile per la Fallo Dischi. Cinque tracce da stappare e bere d'un sorso. Se la primavera ancora non si accinge ad arrivare ci sono questi quattro bolognesi a tirarvi su il morale. Qui c'è la nostra recensione e qui il loro Bandcamp.


Nessun commento: