lunedì 8 febbraio 2016

Urali - Persona - 2016

Capita di fermarsi a volte e riflettere, passare in rassegna alcuni dei momenti più o meno importanti della vita trascorsa e associarli inevitabilmente ai nomi delle persone che li hanno procurati. Il passato così, si riscopre essere presente. Un po’ come accade nel nuovo lavoro di Urali, in cui ogni singolo brano sembra farsi carico di un misto di sensazioni ed emozioni, trascinate in un’atmosfera di pura melanconia. Persona è un flusso continuo di diramazioni sonore, raccontato attraverso parole vellutate, che non sono mai puramente descrittive ma piuttosto evocative di una sincerità che sviscera e scaglia temi corposi. La sensibilità musicale della voce melodiosa di Ivan, si amalgama coerentemente con i suoni distorti, che rimbalzano tra chitarre taglienti ed una serie di effetti insoliti e roboanti dilatazioni ambientali. Ed è proprio questa commistione di melodia e rumore che dona al disco una forte compattezza di suono, mettendo in evidenza tutte le sfaccettature che lo compongono. Un distillato espressivo, che inebria mente e cuore e che conquista man mano che si procede negli ascolti. Il risultato è entusiasmante. Decisamente da raccomandare.


Urali
Persona
2016
To Lose La Track / Fallo Dischi

Tracklist:
1. George (My King)
2. Immanuel (We Don't Have To Work In Dreams)
3. Frances ( A New Neighbor)
4. Hector (Horror Vacui)
5. Hector (A Friend)
6. Catherine (How To Manage Anger)
7. LZ (A Year Of Living Dangerously)
8. Mary Anne (The Tailor)
9. Meadow (Nightwalk In Rome)



FBTWYouTube
BandcampDownload
♫ Potresti apprezzare anche: Mattia Schroeder

Nessun commento: