lunedì 12 gennaio 2015

GBU - Alibi - 2014 [Streaming]

I GBU (The Good, The Bad and The Ugly) si presentano così: "Tre ragazzi che dopo aver scoperto che la marmellata e la Nutella non si fanno allo stesso modo hanno deciso di suonare degli strumenti". Alibi è il loro album d'esordio, composto da differenti anime musicali, e costruito con fondamenta ricche di scherzosità, immediatezza, capacità, varietà, voglia di mettersi alla prova e divertirsi. L'atmosfera si fa interessante già dall'inizio con la giocosa e fresca Problems, dove voce e corde di chitarra, veloci e sincopate di delicato Folk e Funk, sono le protagoniste. Se Charlie è aggressivamente Rock e svela una singolare potenza sonora, la blueseggiante Blue attira l'attenzione grazie alle sue armonie graffianti. Con End Of The Road l'ago della qualità sulla bilancia sale, perché questa canzone avvolge con le sue note misteriose e calde, così come Feeble Flame, affascinante melodia strumentale, sognante come una ninna nanna magica - per me indiscutibilmente il miglior pezzo dell'album per la sua delicatezza contornata da tanta eleganza, specialmente sul finale. Cigarettes è confusione trascinante, Circus nasce da una batteria dalle iniziali sfumature tribali e un vortice di chitarra che tiene prigioniero, Last Will è ondeggiante e si presenta come fosse la colonna sonora di un film poliziesco francese alternato a scene tratte da un cortometraggio americano scatenato sul rally. A concludere il lavoro c'è Sunflowers Field, leggera, acquatica, mossa da un mix di onde psichedeliche, Funky e Rock sul concludersi. Una discreta prova, questa dei GBU, che sicuramente attesta la buona volontà del gruppo di sperimentare diversi generi, e riuscire nell'impresa. Per un meltin-pot di suoni: clap clap e buona fortuna per un futuro dalle prospettive più che positive.


GBU
Alibi
2014

Tracklist:
1. Problems
2. Charlie
3. Blue
4. End Of The Road
5. Feeble Flame
6. Cigarettes
7. Circus
8. Last Will
9. Sunflowers Field



FB Soundcloud

Nessun commento: