venerdì 29 gennaio 2016

The Great Saunites - Nero - 2016 [Streaming]

Come la cover poteva far sospettare scendiamo oggi nella fossa delle Marianne dove mostri più simili ad incubi che a pesci vagano in cerca di preda. Laggiù sul fondale dove "buio" assume un nuovo significato. Nero, dei The Great Saunites, contiene tre brani meravigliosamente inquietanti che sicuramente vi perseguiteranno questa notte. Fuori per HysM?, Il Verso del Cinghiale Records, Hypershape Records e Neon Paralleli.


The Great Saunites
Nero
2016
Hypershape Records / Neon Paralleli
HysM? / Il Verso del Cinghiale Records

Tracklist:
1. Nero
2. Lusitania
3. Il Quarto Occhio



Sito ufficialeFBBandcamp
♫ Potresti apprezzare anche: Gianni Giublena Rosacroce

mercoledì 27 gennaio 2016

LAME - The Lame Shall Enter First - 2015 [Streaming]

The Lame Shall Enter First è il titolo dell'album dei LAME, progetto dalle origini torinesi nato nell'ormai defunto 2015 e supportato dalla berlinese Alien Snatch! Records. Dieci tracce post-punk, blues, garage, direttamente dall'interno delle viscere inseguono una via di fuga. Chitarre ruvide, urla gracchianti, batteria schizofrenica, si avvicendano alla voce risolutiva, dal potere femmineo dominante e travolgente di Maria Mallol Moya. Ciliegina sulla torta? Qua e là il suono di un'armonica accenna ad un gusto vagamente country, tanto che, indossare degli stivali da cowboy potrebbe risultare quasi appropriato. Perfetti da ascoltare Vis-à-Vis in un locale pieno di fumo e dall'odore di birra stantìo. Sia chiaro, questo particolare non è certo una nota di poco charme, piuttosto una precisazione che dovrebbe evocare un'immagine di genuino sudore del corpo provocato dai ritmi travolgenti. Potrebbe essere interessante sapere che Stefano Isaia suona anche nei Movie Star Junkies, mentre l'illustrazione in copertina è il frutto del lavoro geniale di Tim Kerr. Non resta che ascoltare, ascoltare, ascoltare... Come se non ci fosse domani.


LAME
The Lame Shall Enter First
2015
Alien Snatch! Records

Tracklist:
1. Hail To My Demons
2. Cold Night
3. All Is Lost
4. All The Falling Leaves
5. Down In The Valley
6. This Damn City
7. Oracle
8. Haunt You Like A Owl
9. Road to Nowhere
10. Axel



FBSoundcloudBandcamp
♫ Potresti apprezzare anche: Io Monade Stanca

lunedì 25 gennaio 2016

Nient'altro che Macerie - Hai Perso. - 2015

Malinconia disperata per tutto quello che Hai perso. Con quel punto finale, definitivo per rimarcare l'irrecuperabilità di quello che abbiamo lasciato indietro, nella polvere. E una tempesta di schitarrate e urli per consolarsi. Il nuovo album dei milanesi Nient'altro che Macerie, uscito per V4V-Records e Controcanti in free download qui!


Nient'altro che Macerie
Hai Perso.
2015
V4V-Records / Controcanti

Tracklist:
1. Facile
2. Abile
3. Lentamente
4. Verità
5. Sfida
6. Ancora



FBBandcampDownload
♫ Potresti apprezzare anche: Batièn

sabato 23 gennaio 2016

Rosolina Mar - Before and After Dinner - 2005

Rosolina Mare sorge a quattro metri sul livello del mare, ha duecentosettantacinque abitanti ed è il luogo di vacanza del trio veneto in questione. Dopo un esordio autoprodotto eccoli qui che si danno a voi nel meglio della loro forma (digitale).


Rosolina Mar
Before and after dinner
2005
Wallace Records / Robot Radio Records

Tracklist:
1. Domenica Mattina la Benedizione dei Trattori
2. Protopapetti
3. Mingozo di Mongozo
4. L'Ora di Religione
5. Flesh Dance
6. Before and After Dinner
7. Il Culto del Cavo Elettrico
8. Sea Tomato
9. Amore Tossico
10. Isa Eyes
11. Car Patch (D- Tone)
12. Tutto Papetti



BandcampDownload

venerdì 22 gennaio 2016

Holiday INN - Holiday INN - 2015 [Streaming]

Addentrarsi in territori off-limits, dove le macerie degli abusi edilizi hanno lasciato il posto all’insorgenza delle nuove sagome moderne. Girovagare tra le vie che portano il nome dei grandi scrittori, tra gli stralci di cemento lungo i marciapiedi, dove i bambini ancora giocano a calcio, ignari dell’incombente futuro. Sono queste le sensazioni che trapelano dall’ascolto del 7’’pollici degli Holiday Inn. Fotogrammi sonori acidi e distorti scorrono su una rapida sequenza di riverberi, in un cataclisma noise e synth punk, suonato ad una velocità impetuosa. Un labirinto paranoico, in cui la voce convulsa di Gabor si insinua severa tra tempi dilatati, rumoristiche escursioni delle tastiere e, incede incalzante in una mistura di elettronica e pulsazioni art punk. L’approccio è diretto, l’impatto frontale. Lo si ascolta tutto d’un fiato e il battito del cuore prontamente si sincronizza con quello dei tre brani, e dopo un attimo, un solo attimo, si ha l'impressione di essere catapultati in uno stato di estasi totale. Una bomba!


Holiday INN
Holiday INN
2015
Rave Up Records

Tracklist:
1. The Order Of The Day
2. Zero Divided By 2*
3. The Destruction We Assure With Each Other



FBYouTubeBandcamp
♫ Potresti apprezzare anche: Go!Zilla

mercoledì 20 gennaio 2016

Farr - Farr - 2015

Rumoristica, pianoforte, flauti e tante altre cosine che scoprirete in questo disco proveniente da Napoli. Un disco concepito per rilassare e distorcere allo stesso tempo il vostro umore. Con un montaggio ad hoc i Farr riescono a trascinarvi in un sogno onirico grazie alle voci celestiali e a stralci parlati presi da chissà dove.


Farr
Farr
2015

Tracklist:
1. Argot
2. Mouck
3. Fèerie
4. Bagatelle
5. Casse-Pipe
6. Rigodon



BandcampDownloads

lunedì 18 gennaio 2016

Stefano Spataro - Minimal Architectures vol​.​1 - 2016 [Streaming]

Il poliedrico Stefano Spataro torna a sperimentare con i suoni producendo questo Minimal Architectures vol​.​1, tre lunghi brani ambient-noise dal sapore stellare, una sorta di un incontro del terzo tipo registrato col telefonino. Sfocato, affascinante e misterioso... L'equivalente sonoro di una foto di un ufo.



Stefano Spataro
Minimal Architectures vol​.​1
2016
HysM?

Tracklist:
1. Minimal Architectures
2. The Citadel
3. Obscured By Clowns



Sito ufficialeBandcamp ◄
♫ Potresti apprezzare anche: Nicola di Croce

sabato 16 gennaio 2016

Marlon Brando - Marlon Brando - 2016

Tommaso Cantini e Lorenzo Cappelli vengono dagli inferi di Pistoia e nel loro omonimo esordio ci tendono la mano per un ballo lento sulla terra desolata. Macerie attorno, latrati disperati. In cinque brani i Marlon Brando si inabissano dentro note e lamenti, esplosioni e distorsioni. E noi con loro, sparuti Dante al loro esperto Virgilio. Il disco è in free download e fate bene a scaricarlo ma nulla batte il vederli dal vivo, con quel faro a proiettare lunghe ombre che li fa sembrare fantasmi disperati di guerre passate.


Marlon Brando
Marlon Brando
2016
DioDrone / Toten Schwan

Tracklist:
1. I'm not an Hurried Man.
2. Shelter.
3. Miracle in the Desert.
4. You Keep Me Up at Night.
5. El ultimo suspiro.



Sito ufficialeFB ◄
BandcampDownload
♫ Potresti apprezzare anche: Astolfo sulla Luna

giovedì 14 gennaio 2016

Calvert Advantage - Feeling Nothing Ep - 2015

Il mega batterista di Aldrin, Cayman the Animal e Back to Mercurio (Che poi sono sempre gli stessi quattro meravigliosi stronzi) ha partorito un mega disco con lo pseudonimo Calvert Advantage. Quattro brani di elettronica cupa e vagamente inquietante che vi faranno sculettare preoccupati, guardandovi alle spalle sperando di non vedere un tizio incappucciato armato di coltello. Disco da pelle d'oca, altro che Feeling Nothing.


Calvert Advantage
Feeling Nothing Ep
2015

Tracklist:
1. Death Before Life
2. Endlessly Away
3. We Are The 1%
4. Never Rest



FB ▲ BandcampDownload
♫ Potresti apprezzare anche: Uro & .corridoiokraut. ♫

martedì 12 gennaio 2016

Moon Ra & Nicola Corti - E.S.P. - 2015 [Streaming]

Moon Ra e Nicola Corti liberano i loro suoni e li fanno rimbalzare nel vostro cervello creando un fascinoso vortice che vi risucchierà nell'abisso. Si parte dal dormiveglia, dal momento in cui il cervello perde i riferimenti esterni e sprofonda dentro se stesso ma è con R.E.M. e A Dream che si entra nel vivo, nella tempesta di stimoli esterni immagazzinati e finalmente rielaborati dal cervello, scariche elettriche attraversano il cranio e generano le più intricate immagini. Fotogrammi che diventano storie il cui regista è un pazzo senza alcun freno inibitorio. Inevitabilmente il sogno degenera in Hyncoubous, labirinto psicotico e claustrofobico che non ha uscita alcuna se non il risveglio. Disco veramente incredibile, che altro dire? Sogni d'oro!


Moon Ra & Nicola Corti
E.S.P.
2015
Artetetra

Tracklist:
1. Intro - DormiVeglia
2. Twilight zone
3. R.E.M.
4. A dream
5. Hyncoubous
6. Outro - Woke up



Moon RaBandcampBuy it!
♫ Potresti apprezzare anche: Back to Mercurio

lunedì 11 gennaio 2016

Babylon K - Ep - 2015

Viaggio di sola andata Firenze-Sheffield per i Babylon K. Ispirati chiaramente agli Arctic Monkeys e a tutte le varianti del indie rock con venature psichedeliche, chiare soprattutto nel primo brano. Un Ep che scorre senza intoppi con una bella voce e riff che fanno il loro sporco lavoro. Un buon esordio direi, staremo a vedere come si evolve.


Babylon K
Ep
2015

Tracklist:
1. Feenings
2. Why are er living now?
3. Eternal friendship
4. Waitin' for the shine of light



FBSoundcloud ◄
► BandcampDownload
♫ Potresti apprezzare anche: Minimal Whale

sabato 9 gennaio 2016

A Century of Covers - Belle & Sebastian Tribute - 2006

C'era una volta una piccola etichetta indipendente e casalinga che si chiamava Kirsten's Postcard. Il nome era in onore di Kirsten Dunst, brava e bella attrice che nel 2002 generosamente ci regalò un capezzolo in trasparenza nella scena sotto la pioggia in cui bacia Spiderman. Cose che un diassettenne non dimentica facilmente. La favola narra di come la piccola e coraggiosa etichetta riuscì a creare il più prezioso gioiello, la più bella compilation tributo di cui si sia mai sentito parlare, coinvolgendo una ventina di artisti sparsi per il mondo. Sembra davvero una favola, vero? Soprattutto quando della compilation vengono perse tutte le tracce e la giovane etichetta si perde nelle trame della vita. Ma A Century of Covers si dimenava ancora nel mio hard disk, così come rimbalzava nel mio cervello l'idea di riportarla alla luce. Non avrei mai pensato che tra il dire e il fare ci fossero di mezzo solo un pugno di e-mail. Milioni di grazie a Enzo di Polaroid e a Giuseppe della defunta Kirsten's Postcard che è stato così gentile da scrivere per noi una nuova introduzione che potete leggere qui sotto.

"Lo sai cos’è un regalo? Io sì. Un regalo è un pugno di bit che vola dal Belgio a Bra e che quando si ricompone suona Ease your feet in the sea esattamente come l’hanno immaginata gli Austin Lace nella loro sala prove. Lo sai cos’è una valanga di regali? E’ un hard disk che si riempie, giorno dopo giorno. Tutto inizia quando sulla scrivania al terzo piano, nella casa dei tuoi genitori in cui oggi non vive più nessuno, si materializza un cd inviato da Tizio, Mirandola, Modena. Dentro, Waking Up To Us. E i Canadians? Al telefono Massimo parlava con un accento veneto fortissimo, quando è arrivata Like Dylan in the movies non volevi crederci. Piombata qui da un college. E Fil, che non solo ha l'idea, ma pure da una canzone dei Belle & Sebastian sembra che ci sia uscito? Una sera al Macabre riesce a convincere i Perturbazione a tradurre Get me away in Portami via di qua sto male, roba che a Torino la senti ancora fischiare sulle scale. E gli (o i?) John Wayne shot me, olandesi. Li adoravi. Gli Spring Sale!, che quando vedo Paolino così fico, in giacca e cravatta, mica te lo scordi di quando hanno suonato con quel freddo del cazzo. Cuneo provincia cronica, il centro sociale è pieno, i Marlene Kuntz in giro e la Y che si arrampica. Billie the vision and the dancers ci mandano tutto via mail. Poi esplodono. Portiamo fortuna? A noi stessi sì. Perché le vite, quelle vere, iniziano lì. Carlo Bordone ci scrive un'introduzione magnifica. Con i Le man avec les lunettes siamo amici. Quest’estate compro un loro disco via internet una notte che non riesco a dormire. Ce l’avevo già. Ma sai che soddisfazione svegliarti e comprare i Le man? Sei anni fa. C’era il miele di Paolo, le spille di Homesleep, i post di Enzo. Le vacanze in Sardegna, la Panda senza freni. Quella foto pazzesca che scatta Marco e diventa una copertina magnifica. I Mixtapes and cellmates, che ho ancora la maglietta e non va neppure a mio fratello. Tokyo overtones li becca Fil su Myspace. Boom. Hell on Wheels, una specie di colpaccio. Il gol lo segna il nostro uomo in Svezia.  
Davide, ma cos’è sta roba che mi prende mentre ti scrivo? Lo sai che uno più sgamato la chiamerebbe nostalgia? Mica io, che ho imparato la lezione di Stuart. Don't look back / like Dylan in the movies"
Giuseppe Bottero


A Century of Covers
Belle & Sebastian Tribute
2006
Kirsten's Postcard

Tracklist:
1. Perturbazione - Portami via di qua sto male
2. Austin Lace - Ease your feet in the sea
3. The sad snowman - My wandering days are over
4. Billie the vision and the dancers - I am a chukoo
5. Mr.60 - Sleep the clock around
6. Hell on Wheels - Dog on wheels
7. Tokyo overtones - Slow graffiti
8. Canadians - Like Dylan in the movies
9. Mixtapes and cellmates - Photo Jenny
10. John Wayne shot me - Waiting for the moon to rise
11. Prague - Century of fakers
12. Tom Wilman - Judy & the dream of horses
13. Le man avec les lunettes - Jonathan David
14. Lucid evening sky - The fox in the snow
15. Tall Poppies - Family tree
16. The Niro - I fought in a war
17. Kawaii - Belle and Sebastian
18. Agaist Lupa feat. The Buzz - You're just a baby girl
19. Spring Sale! - Get Me Away From Here, I'm Dying
20. Bob Corn - Waking Up To Us


(Il post su Polaroid sull'uscita della compilation)
Thermos
(La puntata in cui Enzo intervista Giuseppe Bottero)
Download
(Comprensivo dell'introduzione originale di Carlo Bordone) 

venerdì 8 gennaio 2016

My Dear Killer - Clinical Shyness - 2006 [Streaming]

Voci incontrollate e, a volte, immaginate parlano di una nuova uscita discografica. La nuova fatica di My Dear Killer, a distanza di anni e anni. Collectable Items. Forse, chissà. Quest'anno? Quello dopo? Come quel terremoto che attendono in California... Se non si può guardare al futuro è meglio volgergli le spalle e giù per quella strada vediamo uno dei primi lavori di My Dear Killer. Correva l'anno duemilasei e lui cantava piano e sottovoce su bellissime melodie. Clinical Shyness. Un titolo più che mai adatto per sette tracce intime e sussurrate. Enjoy! (Settembre 2011)


My Dear Killer
Clinical Shyness
2006
Madcap Collective / Eaten By Squirrels / 
Under My Bed / Boring Machines

Tracklist:
1. A May Afternoon
2. Clinical Shyness
3. Wish Talker
4. Phone Calls
5. (I Fear) Time
6. Words
7. To apologise



FBSoundcloud ◄
► Bandcamp ▼ Discogs

Last Minute to Jaffna - Promo - 2006

Arriva da Torino la potente proposta dei Last Minute to Jaffna, con il loro growl dalle sonorità metallare. Potenza sonora ed energia pura in due tracce per un totale ventiquattro minuti di (slow) headbanging garantito. In fri daunlò. (Marzo 2011)


Last Minute to Jaffna
Promo
2006

Tracklist:
1. Dawn
2. Heating The Blood



Sito UfficialeFBTWDownload

giovedì 7 gennaio 2016

Neil On impression - The Perfect Tango - 2006

(Senza parole). Come le vignette. Come la musica senza parole che ti parla senza parlare.


Neil On impression
The Perfect Tango
2006
Release The Bats

Tracklist:
1. Stars paint the forest gold
2. Like hippos running to the moon
3. The silent glance of Andromeda
4. The perfect tango



BandcampDownloadDiscogs

mercoledì 6 gennaio 2016

Franklin Delano - Come Home - 2006 [Streaming]

Dopo lo scioglimento del 2002 dei Massimo Volume, Marcella Riccardi e Paolo Iocca danno inizio ad un nuovo viaggio con i Franklin Delano. Nel tempo si accosteranno loro altri nomoni dell'olimpo rock, come Vittoria Burattini, per raggiungere un formazione definitiva nel 2005 e poi scioglersi nel 2008. Questo è il loro ultimo disco, uscito nel 2006 per la Ghost Records, che vede nella formazione anche Lucio Sagone dei Ronin, Vittorio Demarin dei Father Murphy e Michele Sarti che abbiamo già conosciuto come Nick Rivera. Che dire di più? Marcella riccardi (BeMyDelay) e Paolo Iocca suonano ancora insieme in un nuovo (insomma, del 2008) progetto, i Blake/e/e/e.


Franklin Delano
Come Home
2006
Ghost Records

Tracklist:
1. Come Home
2. Your Demons
3. Eight Eyes
4. Dead Racoon
5. I Know My Way
6. I Am A Cow
7. Motel Room
8. Night Train
9. Unaware
10. Scalise
11. No Man's Land



BandcampDiscogs

martedì 5 gennaio 2016

Fitness Pump - Riviera - 2006 [Streaming]

Ci sono quei dischi che hanno il sapore dei ricordi anche appena usciti e questo meraviglioso disco dei Fitness Pump è decisamente uno di quelli. Riviera usciva per Tafuzzy Records e Cane Andaluso nel lontano 2006, quando ancora facevo i cd per la macchina, ed è restato incastrato nell'autoradio per il lungo ed epico periodo di una calda estate, forse non del duemilasei ma del duemilasette, non saprei dire. Non incastrato per un guasto meccanico ma piuttosto costantemente fatto partire daccapo ogni volta che giungeva alla sua fine, Rimini poi è una di quelle che impari a memoria dopo il primo ascolto e non ti si scolla di dosso nemmeno se dopo ascolti la macarena. La riviera romagnola diventa in questo disco un luogo universale, diventa tutte le riviere possibili, mentre nell'afa serale giri in macchina con i finestrini abbassati cercando posteggio, cantando in coro, vagabondando, perdendo tempo. Soffia una fresca brezza ma qui non cambia niente, ma. (Novembre 2013)
"...Il Dj sta spaccando la consolle
c'è sempre techno e house sul giradischi
c'è sempre un buon motivo per sbattere le mani
quindi, sbatti un po' le mani”.


Fitness Pump
Riviera
2006
Tafuzzy Records / Cane Andaluso

Tracklist:
1. Riviera
2. Pum pim pam
3. E ad un certo punto è sempre agosto
4. Rimini
5. Panorama
6. Come se ieri
7. Spaccare tutto
8. Ho fatto un disegno per te
9. Ridere, ridere, ridere



Bandcamp ◄

lunedì 4 gennaio 2016

Dino Fumaretto - Buchi (2002-2006) - 2006

Primo disco autoprodotto che raccoglie le incredibili perle musicali composte da Dino Fumaretto tra il 2002 al 2006, capolavoro istantaneo che mostra rara destrezza con piano e parole. Nel player in fondo quattro brani usati successivamente in La vita è breve e spesso rimane sotto uscito nel 2010 per Trovarobato. All'apposito link invece la release completa aggratisse.


Dino Fumaretto
Buchi (2002-2006)
2006

Tracklist:
1. Venite assassini
2. Mi dovrei applicare
3. Vedersi vivere
4. Fuck the world
5. Iiiih!
6. Il buco
7. Buchi in città
8. Canto dal vulcano
9. Da solo in ufficio
10. Ti ricordi il mio dolore?
11. Trattato come un talebano
12. La fatica dopo l'amore
13. Il vostro orgasmo
14. Perché m'hai lasciato
15. Sfuggito
16. Oltre i sogni di rivolta
17. Fumaretto è vano
18. Dov'è il senso?
19. La testa al sistema



Sito UfficialeDownload

Matteo Uggeri/Hue - Un'estate senza pioggia - 2006 [Streaming]

Un'estate senza pioggia è il titolo del primo album di Matteo Uggeri registrato durante il suo primo viaggio in compagnia di sé stesso, un microfono e un minidisc, nel corso dell'estate del 2003, la più calda dello scorso secolo. L'album è composto da sette brani suddivisi per località, ciascuno è la trasposizione sonora dell'esperienza vissuta. L'anno successivo Uggeri è tornato in una delle cittadine visitate e con il suo amico musicista Davide Valecchi ha suonato chitarra e altri strumenti. Queste registrazioni sono poi state mixate ai field-recordings catturati l'anno precedente. Decisamente più letterale rispetto ai suoi ultimi lavori, questo è un racconto personale risultato di un'esperienza emotiva. Il viaggio è fruibile quando lo si desidera, come sfogliare un album di foto kodachrome dai colori sbiaditi nel tempo, o bianco e nero, o fuori fuoco. Basta guardarle e alla mente ritorna quel che ora non c'è più, come se ci fosse ancora. Il sole tramonta, il sole sorge, bambini urlano pura felicità, tu bisbigli e ci si confonde tra sogno e realtà. Vorrei tanto questa fosse un'estate così. Qui sotto lo streaming! (Luglio 2014)


Matteo Uggeri/Hue
Un'estate senza pioggia
2006

Tracklist:
1. Prima tappa: Medelana (Bologna)
2. Seconda tappa: Laterina (Arezzo)
3. Terza tappa: Ariccia (Roma)
4. Quarta tappa: Casaline (l'Aquila)
5. Quinta tappa: Ancora Laterina (Arezzo)
6. Ultima tappa: Medelena (Bologna)
7. La canzone dell'estate (Il Borro)



Sito ufficialeSoundcloud
► Bandcamp ▲ Discogs