sabato 7 giugno 2014

Herself - Herself - 2012 [Streaming]

Herself è un himself siciliano che canta in inglese, e sulla sua carta d'identià c'è scritto Gioele Valenti. Il suo S/t è un lungo sentiero onirico articolato in 13 episodi, dai quali è fin troppo facile rimanere ipnotizzati. Herself è fatto della stessa sostanza dei sogni, e come i sogni è un'esperienza pura aldilà del bene e del male. Nei sogni non si muore, nei sogni si vola senza ali, si perdono i denti senza dolore, si cade dalle scale e ci si rialza; né felici né tristi, nei sogni si è. Herself dei sogni possiede il paradosso, un'inquietudine sussurrata che consola e illumina. Herself è Outside the Church, batte percorsi trasversali, con scarpe diverse, al fianco degli spettri illusori di un Hawthorne o di un Maupassant. Gioele è storyteller di razza, e affida parole e canto a un microcosmo visionario che odora di muschio, nebbie, fuochi al tramonto.
Quarto full length, Herself è il primo album pubblicato da Valenti per DeAmbula, e ha visto la collaborazione di Marco Campitelli, Amaury Cambuzat e di Aldo Ammirata al basso e al violoncello. Questa è una colazione di cui fare particolarmente tesoro.


Herself
Herself
2012
DeAmbula Records

Tracklist:
1. Strangler Who's Me
2. Here We Are
3. Funny Creatures
4. Tempus fugit
5. Violence Is for Leaders
6.  Outside the Church
7. The River
8. Tempus fugit #2
9. Passed Away
10. Luna Park
11. Sugar Free Punk Rock
12. Something in This House
13. How You Killed Me



► FBSoundcloud

Nessun commento: