sabato 22 giugno 2013

Lamalora - Lamalora - 2012

Lo scorso autunno succede che quattro ragazzi - Damiano, Alberto, Flavio e Vincenzo - si chiudono a registrare un disco dentro una cascina sulle colline che circondano la zona di Alba, solcate da vigneti di pregio e pregne di memorie aspre e sempre accese. Durante la Seconda Guerra Mondiale, queste terre si proclamarono prima repubblica partigiana e salvarono dalla deportazione diverse famiglie ebree con la fuga. Le narrazioni di Beppe Fenoglio, che di Alba fu figlio, sono attestazione vissuta della storia resistente di questi luoghi: I ventitré giorni della città di Alba, Primavera di bellezza, Il partigiano Johnny, Una questione privata, La Malora...
Sul titolo di quest'ultimo romanzo in particolare, i quattro ragazzi di cui prima ricalcano il nome collettivo del gruppo Lamalora, che rende testimonianza del bagaglio storico-culturale - in senso lato, e anche di più - che sta alle loro spalle. Per intenderci meglio, Lamalora, l'omonimo LP che i ragazzi partoriscono a ottobre 2011 e che invitiamo oggi ad ascoltare, non è un album sulla guerra partigiana; né sulle Langhe piemontesi, e non è neppure un omaggio a Fenoglio; i Lamalora, piuttosto, hanno dato vita a un progetto che sottintende un'eredità condivisa di peso e valore.
Lamalora è un disco ispirato al tema del viaggio, un viaggio affidato a un math rock totalmente strumentale, secco, virile, incalzante, spesso ansiogeno. Ogni viaggio che si rispetti è una scoperta, presuppone il contatto con l'ignoto, il nuovo, il diverso, possibilmente con l'imprevisto o l'imprevedibile; questo dei Lamalora è un viaggio che respira atmosfere tutt'altro che rassicuranti e si consiglia caldamente di non perderne la rotta.


Lamalora
Lamalora
2012
Mag-Music Productions

Tracklist:
1. You Are Welcome
2. L'inevitabile pettine
3. ..........
4. Masticare con lentezza
5. Cosa ti ha ridotto a un colabrodo
6. Le grandi M
7. Chiodo definitivo
8. Il fiume di Yassin - Fine della fiera


RecensioneFBMyspaceDownload

Nessun commento: