venerdì 15 marzo 2013

Dragonspring 2013

Una primavera decisamente pop-rock, tra speranza di leggerezza e desiderio di ribellione, quella che suona nella Dragonspring 2013, la compilation stagionale di David Drago che apre l'anno. Si parte sul dancefloor dell'irresistibile Critical dei The Venkmans, che come da titolo del loro nuovo album Good morning sun danno il benvenuto al sole. E si continua pestando e dondolando la testa, prima con la potente Haters gonna hate dall'esordio dei Wildmen, e poi con la ribelle e ironica Fuori di testa dei pisani Who is boro? dall'album Habitat.
Due le "chicche": il brano di Paolo Ferrarini Pet theory, anteprima del nuovo album che uscirà entro l'estate, e il bootleg dei Farewell to Hearth and Home, Misadventures of Leonard Nimoy, registrato all'auditorium Demetrio Stratos durante la loro recente live session a Radio Popolare, brano che farà parte in versione studio del prossimo album della band toscana, in uscita a fine anno.
Nella Dragonspring 2013 troverete poi Enoch, lo strumentale di Simona Gretchen magnificato dal violino di Nicola Manzan (Bologna Violenta) e tratto dal secondo e straordinario album della cantautrice emiliana, Post-Krieg. Segue una cover perfetta: quella che Il Fieno ha fatto dell'attualissimo brano di Enzo Jannacci Vincenzina e la fabbrica, incluso nell'ep della band intitolato I bambini crescono.
Fioriscono poi due brani tratti da due dei dischi più belli appena usciti: la anglo-mediterranea Hellas dei Rigolò dall'album Slangenmensch, navigazione nell'Egeo pizzicata di Britannia, e la splendida Laura del duo italo-svedese I Used To Be a Sparrow dall'album You are an empty artist. Seguono i follemente geniali Da Hand In The Middle con You two look a lot alike, intrigante valzer che piacerebbe a Kate Bush, tratto dall'album L'education sentimentale, meravigliosamente strampalato come la primavera. Si torna a ballare con il pop internazionale di Both, pezzo che avrebbe fatto invidia ai Blondie con il quale i Lava Lava Love hanno lanciato il loro nuovo album Au Printemps. La chiusura della compilation è affidata agli Angus McOg e a un brano, The Coal Song, dall'album Arnaut, che dona il riposo al guerriero e con struggente dolcezza ci traghetta verso le calde atmosfere di un'estate che verrà.
L'artwork della Dragonspring 2013 è affidato all'artista toscana Schejla Massellucci (www.scheila.it) che raccoglie il testimone di Andrea Massara e firmerà copertine e controcopertine delle compilation 2013.

David Drago collabora Shiver Webzine, con la rivista Suono e conduce
“L'Ora del Dragone”, programma dedicato esclusivamente
alla musica indipendente, italiana, in fm e streaming
su Radio Insieme il lunedì, mercoledì e venerdì


Dragonspring 2013

Tracklist:
1. The Venkmans - Critical
2. Wildmen - Haters gonna hate
3. Who is boro? - Fuori di testa
4. Simona Gretchen - Enoch
5. Il Fieno - Vincenzina e la fabbrica
6. Paolo Ferrarini - Pet theory
7. Rigolò - Hellas
8. I Used To Be A Sparrow - Laura
9. Da Hand In The Middle - You two look a lot alike
10. Lava Lava Love - Both
11. Farewell To Hearth And Home - Misadventures of Leonard Nimoy
12. Angus Mc Og - The coal song


Download

Nessun commento: