giovedì 22 novembre 2012

Mimes of Wine - Memories for the unseen - 2012 [Streaming]

Dopo tre anni dall'uscita del precedente Apocalypse sets in, i Mimes of Wine si ripresentano con un secondo lavoro composto tra Los Angeles e Bologna, registrato alla Casa del vento di Enzo Cimino, con mix e post-produzione a cura di Adam Moseley. Del gruppo fanno parte Laura Loriga, voce e piano, Luca Guglielmino alle chitarre, Stefano Michelotti (che nell'album suona ogni specie di diavoleria), Matteo Zucconi al contrabbasso, Riccardo Frisari alla batteria e percussioni ed Helen Belangie al violoncello. Memories for the unseen è un disco magico, stregato e sicuramente ispirato, dove Laura Loriga (anche autrice oltre che interprete), si ritrova a navigare tra flutti di suggestioni e moti d'animo, alla ricerca di quella quiete da cui è attratta e allo stesso tempo rifugge. Infatti il tema del disco sembra essere proprio quello della fuga e del ritorno da parte di un umanità piena di debolezze e imperfezioni, che però ha anche la possibilità di risorgere. La voce di Laura ha la personalità della grandi interpreti, con un'emotività continuamente tesa tra l'equilibrio e la caduta. I suoni sono quasi sempre minimali, ed è tendenzialmente un piano con forti influenze classiche a farla da padrone. A questo si aggiungono poi dei deliziosi innesti di tromba che conferiscono un'atmosfera diretta e allo stesso tempo trasognata. E' certamente un disco etereo, affascinante quanto difficile, di una bellezza rara, e sono sicura che se il gruppo riuscirà a rendere queste atmosfere anche dal vivo, saremo veramente di fronte a qualcosa di nuovo e unico. Per fortuna apriranno per i Giardini di Mirò nelle prossime date autunnali e avremo presto l'occasione di vederli all'opera.


Mimes of Wine
Memories for the unseen
2012
Urtovox

Tracklist:
1. Under The Lid
2. Altars Of Rain
3. Yellow Flowers
4. Charade
5. Auxilio
6. Tethmaker
7. Ester
8. Silver Steps
9. I Will Marry You
10. Aube
11. L’incantatore
12. Hundred Birds


Recensione (Ondarock) ▲ FBBuy it!

Nessun commento: