giovedì 19 aprile 2012

Tucano - Homeless Mandingo - 2012

Dicesi "tucano", con "t" minuscola, un uccellone Sud americano giocherellone dal becco enorme color arancio. Dicesi "Tucano", con "T" maiuscola, il recentissimo progetto solista di David Starr, già OneFuckOne con Luca Giommi. All'inizio della corrente primavera, il suddetto Tucano se ne esce con 62 copie contate in cassettina - nel senso di nastro sonoro - di un lavoro dal titolo Homeless Mandingo, e se ne va a portare le sue musichine sintetiche in giro per mezza Europa - Svizzera, Francia, Gran Bretagna, Belgio, Germania.Tucano, chi è questo Tucano? Prima di tutto di lui sappiamo che non è Padre Pio, perché Padre Pio non è Tucano (vedi traccia d'apertura del disco), e perché la proprietà commutativa dice che scambiando tra di loro gli addendi il risultato non cambia. Poi sappiamo che suo zio si fa gli acidi dentro l'armadio (traccia seconda), e in effetti il mood dominante l'album è di un intrippante estremo (non nel senso di "trippa" ma di "trip"). Per il resto, Homeless Mandingo è un'esperienza elettronica molto anni '80, colorata di punk e kazoo, ipnotica, pazzoide, un po' porno-bestiale e un po' boccetta di Diazepam sul comodino fra un libro di Paolo Brosio e una madonnina di plastica con l'acquasanta di Lourdes. Menzione d'onore per lo splendido artwork di Ciro Fanelli. Scaricatene aggratis! Cosissia.



Tucano

Homeless Mandingo
2012
Brigadisco / Bloodysound Fucktory / NO=FI Recordings

Tracklist:
1. Padre Pio non è Tucano
2. Mio zio si fa gli acidi dentro l'armadio
3. Rita ama Tarzan
4. Message Part 1 / Lucrezia B e la terza adolescenza
5. Kill You
6. Ufo M Ufo
7. Message Part 2 / Tenersi per mano è pornografia
8. Tucano adios! Tucano adios!
9. God Save the James Deans


Recensione (Indie Eye)▲ Bandcamp

Nessun commento: